Back home page

Accordatura e intonazione pianoforti



Accordatura:
Il pianoforte normalmente viene accordato a 440 Hz.
Nei concerti di frequente viene richiesta un’ accordatura a 442 Hz, tenendo conto che gli archi
prediligono un suono più brillante, come pure i fiati.
Sui pianoforti datati è consigliabile tenere più basso il livello di accordatura a 438/435 Hz
per evitare che la pressione delle corde sul ponticello possa creare dei danni alla tavola armonica.

Intonazione:
L’intonazione determina la qualità del suono  prodotto dalla percussione dei martelli sulle corde.
L’anima in legno del martello è rivestito di feltro, il quale viene impregnato di lacca dalle case costruttrici per dare più consistenza e corposità al martello.
L’intonazione  viene effettuata mediante un attrezzo munito  di aghi per ammorbidire il feltro e dare la giusta intensità timbrica allo strumento.
Nel corso dell’utilizzo e dell’usura dello strumento si effettuano degli interventi di intonazione molto mirati per ridare un equilibrio timbrico ai martelli.
 

< Torna a servizi